#1 - Digital Sabato 📟

Ciao :) Questa è la prima edizione de “Digital Sabato”, un luogo dove si ascolta buona musica, e si pensa digitale. Benvenutə


Ho notato questo: la scrittura ha dotato l’Uomo di una memoria potenzialmente infinita, la rete ha reso possibili le automazioni che ne permettono l’utilizzo immediato, la programmazione ci permette di aumentare le capacità sensitive dei nostri corpi, trasmettendoci le sensazioni di sensori collegati a vibrazioni, fotoni, cose.

Mentre cerchiamo di capire come rimanere rilevanti in un mondo del lavoro che cambia, compiamo un balzo evolutivo che probabilmente capiranno i figli dei nostri figli.

Cambia tutto.

È sparita, mediaticamente, Milano. Il mito della città dove tutto e tutti potevano trovare spazio, dove la meritocrazia permetteva a chiunque di essere valorizzato. Dobbiamo confrontarci con gli uffici vuoti e con appartamenti minuscoli che non invogliano al lavoro agile.

Si sono volatilizzati moda e turismo, l’Unione ha iniziato ad emettere debito comune, l’Europa festeggia la discontinuità della politica USA.

Ci siamo, sopratutto, trovati costretti ad accettare il fatto che per moltissimi di noi possa esistere un sé online, e che possa essere maggioritario nella nostra vita, nelle nostre relazioni.

Stiamo prendendo lentamente consapevolezza di quali sono le conseguenze della rete su di noi e sugli altri. Nel frattempo studio, leggo, ascolto e racconto, in modo particolare cerco di capire quanto il digitale possa essere visto come artigianato, una tecnica per trasformare il mondo che ci circonda utilizzando le nuove possibilità.


Per ogni lettera, cinque link su cose interessanti trovate in rete.

  1. Discorso sul corpo.
    Con la rete le dimensioni, le possibilità e le necessità del nostro corpo cambiano. Per questo motivo è estremamente interessante riprendere consapevolezza su cosa sia il nostro corpo, al di la delle immediate sensazioni corporali. Il corpo, infatti, non è assolutamente strumento di verità. Dalla presentazione del libro “Il corpo” di Umberto Galimberti - Guarda il video.

  2. The social reset.
    La mega agenzia We Are Social analizza cosa succede ogni anno nella comunicazione digitale. Annunciando i trend, li crea. È piacevole immaginare di sapere come si concentrerà la creatività del 2021. (Spoiler - Open Source!) Scarica il rapporto.

  3. La pubblica amministrazione e il digitale.
    Ha preso in prestito una metafora di Don Kettl sul governo come distributore automatico (ossia dove metti i tuoi soldi e ti esce il servizio che ti serve) e ha chiesto di reimmaginare il governo come piattaforma per azioni collettive.” Da Code for America, nella traduzione di Erika Marconato.

  4. Il design della sicurezza.
    Breve storia del lucchetto, in inglese, e di come il suo design sia utilizzato per infondere una falsa sicurezza sulla conservazione dei dati online. Leggi l’ultimo numero di Design Lobster.

  5. Finisco con le muse.
    È uscito Campi Elasi, un ritmo da bomba ed un esperimento molto interessante anche per il fattore produttivo, di musicisti a distanza ed esperienze virtuali. Ascolta su Spotify.

Grazie per essere arrivatə fino a qua. Se la newsletter ti è piaciuta, iscriviti, clicca il cuore qui sotto o condividila ad un amico.

Buon fine settimana!